Ruscelloni Liberata

Nei moti del 1831 il tricolore viene usato da rivoluzionari e patrioti come proprio emblema in tutte le città della Romagna, dell'Emilia e delle Marche. Dopo il fallimento delle insurrezioni, la bandiera proibita diventa un oggetto pericoloso da produrre e da custodire: come quella ricamata da Liberata Ruscelloni, Bettina Ferrari, Vittoria Spagni, che viene custodita fino al 1848 e consegnata allora alla Guardia Civica.

Contenuti correlati

Azioni sul documento

pubblicato il 2015/09/29 09:10:00 GMT+2 ultima modifica 2018-10-18T14:41:17+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina