Patti Adelina

Madrid, 19 febbraio 1843 – Craig-y-Nos, 27 settembre 1919

Adela Juana María Patti, nome con il quale venne battezzata l'8 aprile 1843, nacque a Madrid, città dove all'epoca lavoravano entrambi i genitori.

Il padre era il tenore di forza siciliano Salvatore Patti (1800-1869), la madre il soprano Caterina Chiesa Barilli (deceduta nel 1870)

Nel 1844 la famiglia si trasferì a New York,

La sua formazione canora si deve al fratellastro, Ettore, e al cognato Maurice Strakosch.

La prima apparizione pubblica risale al 1852, in occasione di un concerto del violinista Michael Hauser, a cui seguirono numerose tournée negli Stati Uniti e Cuba (dove accompagnò il pianista e compositore Louis Moreau Gottschalk). Il suo debutto operistico risale al 24 novembre 1859 all'Academy of Music Opera House di New York, quando la sua interpretazione di Lucia di Lammermoor di Donizetti, assieme al tenore Pasquale Brignoli, incontrò il favore della critica.

Conclusa la stagione a New York, si recò a Londra, dove fu ingaggiata dal manager del Covent Garden Theatre e dove debuttò il 14 maggio 1861 Cantò ad ogni stagione del Covent Garden dal debutto fino al 1884. Si esibì quindi in Germania, nei Paesi Bassi, in Belgio e a Parigi, Torino.

Nel 1862 si esibì alla Casa Bianca. Nel 1868 canta durante i solenni funerali nella Chiesa della Trinité di Parigi del compositore Gioachino Rossini

La sua carriera proseguì di successo in successo. Cantò negli Stati Uniti, in Europa, in Russia e in Sud America, suscitando ovunque l'entusiasmo del pubblico e della critica; il suo aspetto fanciullesco le conferiva un'ottima presenza scenica.

La Patti era considerata una cantante poco incline alla sperimentazione, il programma dei suoi concerti includeva invariabilmente le stesse arie. Si sposò tre volte: nel 1868 con il marchese di Caux, da cui divorziò nel 1885; nel 1886 a Londra con il tenore Ernest Nicolini, che fu suo compagno anche sulla scena e che morì nel 1898; nel 1899 con il barone svedese Rolf Caderström, di 27 anni più giovane di lei.

Contenuti correlati
Reggio Patti
Azioni sul documento
Pubblicato il 29/09/2015 — ultima modifica 29/09/2015

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali