Cherchi Grazia

Piacenza, 1937 – Milano, 1995

Fu tra i fondatori e in seguito condirettrice dei "Quaderni Piacentini", di cui più tardi curò un'antologia. Come giornalista ha lavorato per "Linus", "il manifesto", "Panorama", "l'Unità". Come curatore editoriale ha lavorato per diverse case editrici, tra cui Rizzoli, Arnoldo Mondadori Editore, Feltrinelli, e fu "autrice fantasma di alcuni dei più bei libri della nostra narrativa...

Scrittori, anche assai famosi, le presentavano i propri manoscritti e lei, in notti e notti di insonnia, correggeva, aggiustava, riscriveva. Oltre a Benni, figurano tra i 'suoi' autori, tra gli altri, Alessandro Baricco, Maurizio Maggiani, Massimo Carlotto, Gianni Riotta, Giulio Angioni, Enrico Deaglio, Gad Lerner. Come scrittrice, molto apprezzata la sua raccolta di racconti Basta poco per sentirsi soli. Come critica letteraria la si ricorda in particolare Scompartimento per lettori taciturni: Articoli, ritratti, interviste.

Azioni sul documento
Contenuti correlati
Piacenza Cherchi
Azioni sul documento
Pubblicato il 01/10/2015 — ultima modifica 01/10/2015

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali