Sant'Apollonia

Martire e Santa Morta ad Alessandria d'Egitto nel 249 circa

Venerata dalla Chiesa cattolica come santa e patrona dei dentisti, igienisti dentali e odontotecnici. La storia del martirio della santa ci è giunta tramite il racconto da Eusebio di Cesarea (265-340), il quale riporta un brano della lettera del vescovo Dionigi di Alessandria, indirizzata a Fabio di Antiochia, in cui si narrano gli avvenimenti dei quali era stato testimone.

Tra il 249 ed il 250 in Alessandria d'Egitto scoppiò una sommossa popolare contro i cristiani, eccitata da un indovino pagano. Apollonia, un'anziana donna cristiana non sposata che aveva aiutato i cristiani e fatto opera di apostolato, secondo la tradizione popolare venne catturata, violentemente percossa e le furono divelti i denti con le tenaglie.

Venne poi preparato un gran fuoco per bruciarla viva. Riuscita a liberarsi con un'astuzia, si lanciò tra le fiamme, evidentemente ritenendo che il suicidio non costituisse una colpa in quella situazione

Azioni sul documento
Pubblicato il 29/09/2015 — ultima modifica 26/10/2015

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali