Santa Margherita

Santa Laviano, Perugia, 1247 / Cortona, 22.02.1297

Appartenente al Terz'Ordine Francescano, nel 1728 è stata proclamata santa da papa Benedetto XIII. Di umili origini, rimase presto orfana di madre e dall'età di diciassette anni visse come concubina con un nobile di Montepulciano, Arsenio del Pecora dei signori di Valiano, dal quale ebbe anche un figlio.

Nel 1273 Arsenio, venne aggredito e assassinato da un gruppo di briganti. Scacciata col figlio dai famigliari dell'amante, rifiutata dal padre e dalla sua nuova moglie, si pentì della sua vita e si convertì. Si avvicinò ai francescani di Cortona, in particolare ai frati Giovanni da Castiglione e Giunta Bevegnati, suoi direttori spirituali e poi biografi: affidò la cura del figlio ai frati minori di Arezzo e nel 1277 entrò nel Terz'Ordine di San Francesco, dedicandosi esclusivamente alla preghiera ed alle opere di carità.

Diede vita ad una congregazione di terziarie, dette le Poverelle; fondò nel 1278 un ospedale presso la chiesa di San Basilio e formò la Confraternita di Santa Maria della Misericordia, per le dame che intendevano assistere i poveri ed i malati.

In calendario il 22 febbraio.

Immagine tratta da www.santiebeati.it

Azioni sul documento
Pubblicato il 29/09/2015 — ultima modifica 08/10/2015

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali