Valorizzare la differenza di genere e contrastare gli stereotipi

Gli esiti finali di due progetti finanziati dal bando 2018

Una biblioteca tutta per sé

Un laboratorio di lettura di libri, fumetti, film, serie tv, musica ideato per sensibilizzare ragazze e ragazzi su differenze di genere, stereotipi e pregiudizi, violenza sulle donne, bullismo e omofobia.

Il progetto “Una biblioteca tutta per sé” è partito con diversi incontri tra promotori e insegnanti delle scuole di Bologna (Secondarie di secondo srado) per condividerne gli obiettivi e organizzare le presentazioni in orario scolastico. Successivamente, ragazze e ragazzi, affiancati da alcune operatrici dell’Associazione Hamelin, della Biblioteca delle Donne e dell’agenzia di comunicazione Comunicattive, hanno affrontato e discusso insieme di differenze di genere, stereotipi e pregiudizi, violenza sulle donne, bullismo e omofobia. Negli spazi della biblioteca, poi, hanno potuto utilizzarne la collezione, ascoltando musica, parlando di videogiochi, youtubers, radio, in un ambiente specializzato, dedicato per l’occasione solo a loro. Infine è stato proposto un programma di incontri/laboratori condotti da protagoniste e protagonisti di ambiti quali letteratura, fumetto, illustrazione, musica, ma anche da youtubers e rapper. Le special guest di questa prima edizione del progetto sono la scrittrice Simona Vinci, l’attrice/performer Silvia Calderoni e Julie Maroh, disegnatrice/fumettista. Il progetto è culminato nella realizzazione della fanzine #UBTXS.

SwitchUp! Inverti i poli, fai la differenza

“Switch Up, inverti i poli e fai la differenza!” è lo slogan della campagna contro la violenza di genere ideata e realizzata dalle ragazze e dai ragazzi delle scuole superiori del Distretto di San Lazzaro, in collaborazione con Coop Alleanza 3.0, sotto la guida dell’Associazione Dry Art. Una campagna che incita a “ricaricare la nostra parte migliore” per lottare ogni giorno contro la violenza sulle donne e gli stereotipi di genere che ancora permeano il nostro quotidiano. Oltre a coloratissimi stickers sono stati realizzati due spot di sensibilizzazione risultato di un percorso di peer education.

Assieme alla campagna di comunicazione sono stati organizzati percorsi formativi per il contrasto agli stereotipi di genere, rivolti a genitori e insegnanti dei bambini in fascia di età 0-12 ed un team building contro la violenza di genere rivolto agli operatori interni dei Comuni del Distretto e ai rappresentanti territoriali dell'Arma dei Carabinieri.

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/01/16 16:06:00 GMT+2 ultima modifica 2019-01-22T11:05:18+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina