Donne e lavoro, in regione il numero più alto di laureate e occupate d’Italia. I dati del bilancio di genere

Pubblicato il terzo Bilancio di genere della Regione Emilia-Romagna

In Emilia-Romagna, nel 2017-2018, la media del tasso di occupazione femminile tra i 20 e i 64 anni (su una popolazione di oltre 2 milioni 290 mila donne residenti) è stato tra le più elevate in Italia sostanzialmente in linea con la media dell’UE, pari al 67%. Nello stesso periodo di riferimento erano attive più di 85mila imprese femminili, principalmente di tipo individuale, pari al 21% del totale. Nel campo dell’istruzione e della formazione le donne hanno superato gli uomini ormai in tutta Europa, e l’Emilia-Romagna è tra le prime regioni nella graduatoria italiana: il 25% di donne laureate contro una media nazionale del 22%.

È il quadro che emerge dal nuovo bilancio di genere, il terzo realizzato dalla Regione Emilia-Romagna, relativo all’anno 2017 con focus di approfondimento 2018 dedicato alla promozione del lavoro delle donne e della conciliazione tra i tempi di vita e lavoro, temi strategici non solo per le politiche di pari opportunità, ma anche per il perseguimento degli obiettivi di sviluppo economico e occupazionale, legati anche a quelli previsti dall’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile.

In questa edizione del bilancio di genere sono descritte le tante azioni promosse dalla Regione per incentivare l’occupazione femminile e la conciliazione dei tempi di vita e lavoro e la condivisione delle responsabilità di cura tra donne e uomini, agendo su più fronti: azioni a supporto dell’imprenditoria femminile, azioni per migliorare la qualità del lavoro delle donne con una particolare attenzione alle donne in situazione di fragilità sociale e di povertà, ma anche le politiche per favorire una maggior partecipazione delle ragazze a percorsi tecnici, tecnologici e scientifici (Stem) nei diversi livelli dell’istruzione e formazione per rafforzare la presenza femminile nei settori innovativi dell’economia, per contrastare la segregazione occupazionale e il divario retributivo di genere.

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/12/12 13:39:14 GMT+2 ultima modifica 2019-12-12T13:39:14+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina