Le madri della res publica

A ricordale un Convegno in Regione, il 27 giugno, in occasione del 70° anniversario del primo voto delle donne e della nascita della Repubblica

Chi sono le madri della res publica ? Chi le donne emiliano-romagnole a cui dobbiamo gran parte della costruzione della democrazia nel nostro Paese ? Tanto dobbiamo a quelle ragazze e alle tante donne che silenziosamente aiutarono la lotta di liberazione e che il 2 giugno del 1946 votarono per eleggere, dopo il disastro della guerra e del fascismo, l’assemblea che avrebbe dato all’Italia la nuova Costituzione . In occasione del 70° anniversario del primo voto delle donne e della nascita della Repubblica il Convegno Madri della res publica - promosso dalla Regione Emilia-Romagna, Assessorato alle pari opportunità e Assemblea legislativa, con la collaborazione del Centro documentazione donna di Modena – mette sotto la lente d’ingrandimento la profonda novità della partecipazione femminile alla sfera pubblica. Una novità che modificherà le soggettività femminili e ogni ambito della vita politica e sociale delle comunità. Un’occasione non solo celebrativa, ma anche di confronto e di riflessione, nella definizione delle linee di indagine per la ricerca regionale sul ruolo delle donne e delle loro battaglie nella costruzione del modello emiliano, che si realizzerà nel prossimo anno.

L’evento fa parte del progetto Madri della res publica, che prevede anche una mostra diffusa sul territorio.  La land art Madri della res publica è visibile sui Palazzi istituzionali della Regione Emilia- Romagna, della Provincia di Modena e dei Comuni di Bentivoglio, Cadelbosco di Sopra, Campagnola Emilia, Campogalliano, Carpi, Casalecchio di Reno, Castelvetro, Castenaso, Cattolica, Cavriago, Cesena, Colorno, Concordia, Ferrara, Forlì, Formigine, Maranello, Meldola, Mercato Saraceno, Mirandola, Misano Adriatico, Modena, Nonantola, Novi, Parma, Piacenza, Pianoro, Poviglio, Quattro Castella, Ravarino, Reggio Emilia, Riolo Terme, San Mauro Pascoli, Sassuolo, Savignano sul Panaro, Soliera, Spilamberto, Valsamoggia, Vignola, Ziano Piacentino.Per conoscere le Madri della res pubblica: http://parita.regione.emilia-romagna.it

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 14/06/2016 — ultima modifica 24/06/2016

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali