Nel cuore della lotta delle donne

Al via la rassegna di dibattiti, presentazioni di libri, film per parlare delle lotte delle donne di tutto il mondo contro la violenza maschile, i fondamentalismi e il patriarcato.
Nel cuore della lotta delle donne

immagine di proprietà Coordinamento centriantiviolenza

In occasione del 25 novembre 2015, giornata internazionale contro la violenza di genere, il Centro Interculturale delle donne e il Centro Antiviolenza di Trama di Terre organizzano una rassegna di dibattiti, presentazioni di libri, film e momenti di socialità per parlare delle lotte delle donne di tutto il mondo contro la violenza maschile, i fondamentalismi e il patriarcato. Interverranno giornaliste, studiose, militanti e attiviste per i diritti delle donne provenienti da Europa e Medio Oriente.

La rassegna avrà inizio lunedì 9 novembre con una discussione a partire dal libro "Maria Giulia che divenne Fatima", di Marta Serafini, che ricostruisce la storia della prima ragazza italiana andata in Siria per unirsi al cosiddetto Stato Islamico. Discuteranno con l'autrice Leila Karami, dottora di ricerca in Civiltà Islamica e Tiziana Dal Pra, presidente di Trama di Terre.

Infatti, nonostante oggi stiamo assistendo a un'avanzata dei fondamentalismi – religiosi, razzisti, sessisti – che pretendono di ridare una legittimità ai più feroci modelli di società patriarcali e maschiliste,  ci sono anche giovani donne, cresciute in Occidente, che decidono di lasciare tutto per raggiungere il cosiddetto Stato Islamico e diventare schiave o guardiane spietate dell'ordine maschile. Di queste donne e di altre che fuggono invece dalla violenza si discuterà per tutta la durata della rassegna, patrocinata dal Comune di Imola, è interamente autofinanziata dall'associazione Trama di Terre.

Il programma

Azioni sul documento
Pubblicato il 09/11/2015 — ultima modifica 09/11/2015

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali