Osservatorio regionale sulla violenza di genere


Cosa fa la Regione

L’Osservatorio regionale sulla violenza di genere è disciplinato dall’art. 18 della legge regionale n.6/14 “Legge quadro per la parità e contro le discriminazioni di genere” e dal punto 6.2 del Piano Regionale contro la violenza di genere (adottato con DAL 69/16) ed è stato istituito con DGR 335/17

In base alle normative vigenti esso ha le seguenti funzioni:

  • Supportare le politiche regionali, acquisendo i dati a disposizione e costruendo e gestendo apposite banche dati.
  • Definire metodologie di analisi delle diverse tipologie di dati, e loro integrazioni, rendendo disponibili i risultati in apposita sezione del portale web della Regione Emilia-Romagna.
  • Promuovere, anche in collaborazione con i Centri Antiviolenza, l’utilizzo di strumenti per la valutazione dell’efficacia delle politiche di genere.
  • Collaborare con l’Osservatorio regionale per l’infanzia, l’adolescenza e i giovani.
  • Realizzare mappe aggiornate per l’utenza sulla rete dei servizi a disposizione e sostenere campagne di informazione.

Tali compiti sono svolti da un gruppo ristretto di componenti dell’Osservatorio, così formato:

  • 9 esperti degli Enti Locali;
  • 3 esperti delle Aziende USL;
  • 2 esperti del Coordinamento dei Centri antiviolenza della Regione Emilia-Romagna;
  • 1 esperto di trattamento di autori di comportamenti violenti afferente al servizio LDV della Ausl di Modena;
  • 1 rappresentante dell’Ufficio scolastico regionale;
  • 2 rappresentanti delle associazioni femminili che si occupano di sensibilizzazione sul tema della violenza di genere individuati dalla Conferenza regionale del Terzo settore.

Si riunisce in composizione allargata per rilevare i dati a disposizione delle reti antiviolenza presenti sul territorio, predisporre strumenti di valutazione del piano regionale e monitorare l’evoluzione del fenomeno della violenza a livello regionale

L’Osservatorio in composizione allargata è così formato:

  • 4 esperti in materia di politiche sociali prevenzione e contrasto alla violenza di genere e lotta agli stereotipi, afferenti al Servizio politiche sociali e socio educative;
  • 2 esperti in materia di statistica afferente al Servizio statistica, comunicazione, sistemi informativi e geografici, educazione alla sostenibilità, partecipazione;
  • 1 esperto in materia di politiche per la sicurezza e polizia locale, afferente al Gabinetto del presidente della Giunta
  • 1 esperto della rete di assistenza ospedaliera e di pronto soccorso afferente al Servizio assistenza ospedaliera;
  • 1 esperto della rete dei Consultori afferente al Servizio assistenza territoriale;
  • 1 esperto in programmazione e gestione dei sistemi informativi delle politiche sociali afferente al Servizio strutture, tecnologie e sistemi informativi della Regione Emilia- Romagna;
  • 1 esperto del Servizio politiche per l'integrazione sociale, il contrasto alla povertà e terzo settore;
  • 1 esperto dell'Agenzia del Lavoro

L’Osservatorio in composizione allargata, a sua volta si suddivide in tre sottogruppi rispettivamente dedicati alla rilevazione dei dati, alla valutazione del Piano regionale antiviolenza, al monitoraggio del fenomeno della violenza di genere.

Presentazione dell'Osservatorio regionale sulla violenza di genere

A chi rivolgersi

Ragazzini Francesca tel. 051.5277358
Francesca.Ragazzini@regione.emilia-romagna.it

Peschiera Virginia tel. 051 5278295
Virginia.Peschiera@regione.emilia-romagna.it

Brasa Bianca tel. 051.5277097
Bianca.Brasa@regione.emilia-romagna.it

Azioni sul documento
Pubblicato il 06/04/2018 — ultima modifica 11/04/2018

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali